Prenota Ora Nuova Prenotazione / Gestione prenotazioni
Prenota Ora | Scelta Lingua | Iscriviti alla Newsletter | | +39 031 950216
Grand Hotel Villa Serbelloni

Como Città

Como é sicuramente una delle città più interessanti del Nord Italia. Si è sviluppata, nei secoli, all'interno della cintura di colline che la cingono. Mantinene, ancora oggi, una grande parte della struttura urbanistica romana, cinta da mura che, con l'andare dei secoli, sono state fortificate e ingrandite.

La Città offre bellezze artistiche uniche - per importanza - nella storia dell'arte ma anche uno splendido panorama lacustre ed un centro urbano ancora a misura d'uomo. La città è sempre stata ricca e potente; da sempre la sua forza economica è stata basata sulla produzione e sulla lavorazione della seta: ancor oggi le seterie comasche rappresentano il top nell'ambito del settore "seta" a livello della moda mondiale.

Il Duomo di Como è una delle più suggestive espressioni del periodo gotico- rinascimentale lombardo. Iniziato nel 1396, fu continuato siano al 1600 e, infine, completato con la meravigliosa cupola settecen- tesca, opera di Francesco Juvara. La facciata, tripartita da lesene, adornata da monoforee e da uno splendido rosone, è animata da sculture del 15' e 16' secolo. Da osservare le suggestive edicole - ai lati del portale maggiore - con le statue di Plinio il Vecchio e di Plinio il Giovane, famosi scrittori romani nativi di Como. Il Duomo è affiancato dal Broletto (1215), antica sede del Comune, di forme romanico-gotiche. E' decorato con fasce marmoree bianche, grige, rosse; è arricchito da una serie di grandi trifore; a lato, la torre del Comune risalente al 1215.

La Basilica di Sant'Abbondio, risalente all'11° secolo, con la chiesa di San Fedele, è uno dei più insigni monumenti dell'arte romanica. Essa rappresenta, infatti, il massimo risultato ottenuto dai "Magistri Comacini" nell'adattare l'architettura cluniacense, normanna e renana alla tradizione italiana. Giungendovi, appare la sobria facciata coronata da archetti, divisa in 5 campi da lesene.

L'interno presenta un profondo presbiterio che termina in un'abside semicircolare; questa è caratterizzata da monofore splen- didamente decorate da affreschi della metà del 1300, con la rappresentazione della "vita di Cristo". Ai lati della navata centrale si innalzano i due campanili gemelli. La Basilica di Sant'Abbondio rappresenta l'archetipo di tutta l'arte romanica, italiana e straniera; presenta, infatti, i moduli fondamentali di questo stile, esportato, poi, in tutta l'Europa di quel tempo dagli architetti comaschi.

La Basilica di San Fedele (Sec. 11° /12°), in Como, è l'espressione della straordinaria bravura tecnica ed artistica per cui furono famosi - nell'ambito dell'arte romanica - i costruttori comaschi ("Magistri Comacini"), anche fuori d'Italia. San Fedele presenta una singolare struttura, originalissimo svilup- po dello schema dei mausolei e di battisteri antichi: la pianta è una felice combinazione dello schema planimetrico basilicale con quello a sistema centrale.

Le tre navate immettono, infatti, in un corpo a pianta ellittica, intorno al quale gira una doppia galleria con matronei. L'interno è arricchito da affreschi, sculture, leoni stilofori , archi, colonne. La facciata della Basilica presenta un rosone del 1509 ed è affiancata dal campanile romanico a bifore e a trifore.

Questo sito fa uso di cookie.
Continuando la navigazione su questo sito web (quindi cliccando sul pulsante "PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE" o cliccando all'esterno di questa area) si autorizza l'impiego di cookie.
Per informazioni dettagliate sull'impiego dei cookie in questo sito web invitiamo a cliccare su "Maggiori informazioni".Qui è anche possibile revocare l'autorizzazione all'impiego di (alcuni) cookie presenti.

PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE