Grand Hotel Villa Serbelloni Luxury Magazine
10
MAR
2015

pubblicato in:

Benessere

10 MAR 2015 pubblicato in:
Benessere

DOLCE REMISE EN FORME

Se la dolcezza è il leit motiv della vacanza al lago, chi deve dimagrire non può che trarne vantaggio al Grand Hotel Villa Serbelloni, dove cucina, fitness e natura si riconciliano nel modo più favorevole al benessere psicofisico

Finiti i tempi del sacrificio e dello sforzo, diversi studi hanno dimostrato che eccedere nella riduzione calorica e nell’attività fisica non aiuta a dimagrire. Anzi, solo abbinando un’alimentazione calibrata ma non punitiva al moderato esercizio fisico si può ottenere una riduzione stabile del peso. Studi condotti negli USA dalla nutrizionista Lyn-Genet Recitas, autrice del best seller ‘The Plan, l’antidieta per perdere peso mangiando i cibi giusti per te’ (Urrà), hanno rivelato che chi suda in palestra tutti i giorni dà al suo corpo questo messaggio: stocca più calorie che puoi, perché devi far fronte e un grosso consumo energetico! E’ stato riscontrato che chi si allena 6 volte alla settimana perde peso a un ritmo più lento del 25% di chi non è fanatico dello sport. La parola d’ordine è quindi moderazione e ‘dolcezza’! In che modo metterla in pratica?  Facendo attività fisica non più di 4 volte alla settimana e ricordando che il training che dà risultati migliori in tempi molto rapidi  (già dopo 2 settimane)  è quello in piscina - o al mare o al lago quando il clima lo consente - perché potenzia il lavoro muscolare sfruttando la resistenza dell’acqua.

 

CAMMINARE E MANGIARE TRA SCIENZA E NATURA

Gli altri due ingredienti della remise en forme più efficace sono il contatto con la natura e la cucina sana. Nel parco del Grand Hotel Villa Serbelloni, viali e sentieri fra piante secolari, conifere, camelie e banani offrono un contesto energeticamente straordinario per una semplice camminata mattutina! Mentre leggerezza e piacere vanno a nozze nella cucina stellata dello chef Ettore Bocchia, che al ristorante Mistral propone i deliziosi frutti della collaborazione con Davide Cassi, professore di Fisica della materia all'Università di Parma.
Grazie all’analisi scientifica di cosa "succede in pentola" durante i processi di cottura, raffreddamento e abbinamento degli ingredienti, i piatti tradizionali diventano più leggeri e nuove creazioni coniugano leggerezza con sapore! 

Questo sito fa uso di cookie.
Continuando la navigazione su questo sito web (quindi cliccando sul pulsante "PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE" o cliccando all'esterno di questa area) si autorizza l'impiego di cookie.
Per informazioni dettagliate sull'impiego dei cookie in questo sito web invitiamo a cliccare su "Maggiori informazioni".Qui è anche possibile revocare l'autorizzazione all'impiego di (alcuni) cookie presenti.

PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE