Grand Hotel Villa Serbelloni Luxury Magazine
13
AGO
2015

pubblicato in:

Beauty&spa

13 AGO 2015 pubblicato in:
Beauty&spa

BEAUTY

Molte celebrity voltano pagina: al makeover preferiscono un look naturale e la bellezza torna ad essere un concetto olistico. Che non scinde più corpo e anima.

Spianare una ruga o rimpolpare i volumi del volto non basta più: oggi, dopo gli scempi prodotti da certa medicina estetica, il trend di gradimento maschile e femminile vira verso la naturalezza. Abbiamo visto troppi volti deturpati da un’anacronistica corsa alla ‘giovinezza’ che ha cambiato rovinosamente i connotati anche a molte personalità dello spettacolo. Quindi, senza nulla togliere alla ricerca medico estetica e alla chirurgia plastica ben praticata, c’è un ritorno a una concezione più naturale ed olistica della bellezza. E su questa strada si sono avviate anche molte celebrity, come Kate Winslet, Gwynet Paltrow e Susan Sarandon.

Ma cosa vuol dire ‘olistico’ ai nostri giorni?

Vuol dire non pensare che si possa trattare il corpo come se fosse separato dalla mente e dall’anima” risponde la dottoressa Dusia Bucher, biologa, direttrice della spa del Grand Hotel Villa Serbelloni di Bellagio. “Se, un tempo, andavamo per tentativi e supposizioni, oggi la scienza ha dimostrato che le nostre emozioni, le sensazioni fisiche e i pensieri determinano una cascata di reazioni biochimiche che ci modifica fisicamente,  per esempio influenzando il metabolismo energetico e la funzionalità della pelle. Un percorso di bellezza non può più prescindere da queste realtà”.

In pratica, come cambiano i programmi di trattamento? “Mettendo più cura nella loro componente sensoriale, per esempio, e usando la scienza degli aromi per rendere anche un semplice massaggio un’esperienza di grande benessere emotivo. L’altro elemento importante è l’utilizzo di prodotti ecodermocompatibili, a base di attivi vegetali che rispettano l’epidermide”.

I risultati che si ottengono sono comunque buoni anche a livello esteriore? “Certo! E’ vero che un trattamento viso in cabina non riempirà mai le rughe come una seduta di filler, ma il risultato che si ottiene va oltre la singola ruga e riguarda tutto il viso.  Inoltre l’efficacia dipende dalla qualità e dalla concentrazione dei principi attivi. Noi, per esempio, usiamo prodotti ad alta tecnologia cosmetica - a base di colostro, placenta e alghe – e i nostri sieri hanno una concentrazione di attivi particolarmente alta: il 20% rispetto a una media dell’8%”. 

Questo sito fa uso di cookie.
Continuando la navigazione su questo sito web (quindi cliccando sul pulsante "PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE" o cliccando all'esterno di questa area) si autorizza l'impiego di cookie.
Per informazioni dettagliate sull'impiego dei cookie in questo sito web invitiamo a cliccare su "Maggiori informazioni".Qui è anche possibile revocare l'autorizzazione all'impiego di (alcuni) cookie presenti.

PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE