Grand Hotel Villa Serbelloni Luxury Magazine
24
FEB
2016

pubblicato in:

Benessere

24 FEB 2016 pubblicato in:
Benessere

UNO SPRINT AL METABOLISMO CON GLI AGRUMI

L’inverno avanza inesorabile, solo qualche tiepido raggio di sole lascia ad intendere che la primavera ha voglia di prendere il sopravvento. Aiutiamo allora il nostro fisico con una sferzata di energia, affidiamoci ai frutti che in inverno non mancano mai sulle tavole di tutti: gli agrumi.

La natura aiuta i processi di disintossicazione e depurazione dell’organismo con un pieno di vitamine e sali minerali facilmente assimilabili (come il betacarotene, la vitamina C, lo zinco, il selenio, il manganese e il magnesio, tutti antiossidanti).

Formati da una bacca ovale o tondeggiante chiamata esperidio, gli agrumi principali sono il limone, la limetta, l'arancia, il cedro, il bergamotto, il mandarino e i suoi ibridi (per esempio la clementina, il mapo, il mandarancio), il pompelmo e il chinotto.

Numerose creme, scrub e olii cosmetici sono arricchiti con estratti di agrumi, noti per le loro proprietà astringenti e detossinanti.

Succhi e centrifugati rafforzano il sistema immunitario, costituiscono una fonte sana di energia, hanno proprietà antistress e giocano un importante ruolo in molte diete snellenti e antigonfiore.

Il limone ridona tonicità all’organismo, il succo d’arancia dà sprint al metabolismo, il pompelmo purifica e favorisce la digestione.

Infine è meglio preferire i frutti biologici perché, purtroppo, gli agrumi vengono spesso trattati con pesticidi e prodotti chimici.

Provando a consumare due o tre agrumi al giorno per tutto l’inverno, di sicuro in primavera sarà facile valutarne i benefici.

Questo sito fa uso di cookie.
Continuando la navigazione su questo sito web (quindi cliccando sul pulsante "PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE" o cliccando all'esterno di questa area) si autorizza l'impiego di cookie.
Per informazioni dettagliate sull'impiego dei cookie in questo sito web invitiamo a cliccare su "Maggiori informazioni".Qui è anche possibile revocare l'autorizzazione all'impiego di (alcuni) cookie presenti.

PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE